Tra la gente, con reale e virtuale

Possiamo contare, fortunatamente, su un Presidente della Repubblica equilibrato e fermo come Sergio Mattarella: gli attacchi a cui è stato sottoposto sono disgustosi e dicono l’abbassamento del livello del dibattito pubblico del Paese. Una discesa verso il basso che sembra non avere fine e che, invece, dobbiamo contrastare con forza, anche entrando (tutti! ciascuno con le proprie prerogative e possibilità) nella piazza virtuale attraverso i social media oltre che presidiando le piazze reali e le relazioni interpersonali. Un servizio prezioso che possiamo fare, e farlo insieme è più proficuo oltre che più bello, è aiutare a far ragionare, ricordare le azioni positive promosse e, anche e forse soprattutto, darci una prospettiva per il futuro.